Il metodo Cortexperience.

Condividi il post con un amico

Tanti buoni consigli per centrare la scelta di una location.
Come si sceglie una location?
Uno dei valori imprescindibili di una location è la vivibilità del verde.
Quando andate in visita in una location, la prima cosa che cattura lo sguardo sono i giardini immensi.
Ma quanti di questi possono essere vissuti in condizioni di caldo eccessivo o addirittura di pioggia?
In una di queste condizioni meteorologiche o ci si rifugia sotto un albero per accaparrarsi una piccola ombra oppure si cerca riparo all’intero.
Nella migliore delle ipotesi sotto un tendone anni 90 in pvc con un prato inglese sintetico.
Per cui se scegliete una location perché vi piacciono i giardini, correte il rischio di un piano B al quale dovrete adattarvi.
Per cui quando visitate una location utilizzate un metodo di immaginazione che vi porti a considerare ogni tipo di condizione atmosferica.
Una location dev’essere scelta perché il verde naturale deve colpire dritto al cuore e vi deve immergere in una piena vivibilità del luogo, a prescindere dalle condizioni meteo.
Sia i gazebo del Monastero che la grande Galleria del Resort, vi permetteranno di vivere la serenità del verde naturale con i profumi dell’erba e dei fiori dei giardini in piena natura con più di 400 ospiti.
Potete iniziare con le scenografie degli antipasti nei dehors del Monastero per finire con il taglio torta sotto la grande quercia nei giardini del Resort e godervi il buffet dei dolci sul prato sotto un cielo stellato.